Inter e Lazio, nessun problema in Europa League. Benino l’Udinese

Si sono disputati fra ieri e oggi i turni di andata dei preliminari di Champions ed Europa League, con tre squadre italiane impegnate, vale a dire Udinese, Inter e Lazio. Andiamo ad analizzare i match, sottolineando quali aspetti convincono già in vista del via della Serie A di  sabato.

Partiamo dall’Udinese, che è uscita dall’incontro con lo Sporting Braga con un importante 1-1 esterno che lascia ben sperare in vista del ritorno. Rivoluzionata come ogni anno e priva del talento di Muriel, la compagine friulana è andata in vantaggio con Basta, prima di essere raggiunta da Ismaily nella ripresa e, successivamente, salvata da un grande Brkic nel finale. Ottima la prestazione del portiere ex Siena, chiamato a non far rimpiangere il neo nerazzurro Handanovic, mentre sono parsi ancora fuori forma Di Natale ed Armero, due dei migliori della passata stagione. Questi ultimi, però, sono in crescita, e sono pronti a fornire il proprio contributo martedì prossimo in casa per tentare il (meritato) approdo ai gironi.

Questa sera, invece, l’Inter non ha avuto problemi a superare i romeni del Vaslui a domicilio: di Cambiasso e Palacio le marcature decisive, una per tempo, in un incontro che gli uomini di Stramaccioni hanno controllato per tutti i 90′. In attesa di Cassano, Gargano e Pereira (ufficializzato poco prima del fischio d’inizio), perciò, i tifosi nerazzurri possono dormire sonni tranquilli: la squadra è competitiva, ha voglia di giocare, di divertirsi e di far divertire, guidata da un Sneijder in stato di grazia. Piccolo problema per Gabi Mudingay, ma con l’ex Napoli anche la mediana è al sicuro e pronta a combattere con la Juventus per lo Scudetto. Ottima la prestazione del Trenza, autore del gol del raddoppio: l’ex Genoa, infatti, spicca per movimenti da manuale e per una costanza, dimostrata finora, veramente da applausi. A volte i grandi giocatori costano poco e si trovano anche in Italia, senza andare in Sudamerica o in capo al mondo spendendo cifre folli.

Medesimo risultato anche per la Lazio, sul campo degli sloveni del Mura, avversario nettamente inferiore rispetto ai biancocelesti. Come l’Inter, anche i laziali vanno in rete nei due tempi, prima con Hernanes e poi con un’incornata spettacolare di Klose, che dimostra di essere già in forma campionato. Da rivedere, infine, Candreva e Mauri, grandi protagonisti nel finale dello scorso anno, non ancora al top, uno fisicamente e l’altro per lo più psicologicamente, essendo in attesa di sentenza per il calcioscommesse.

Loading…
Loading…

La qualificazione per i gruppi di Europa League, dunque, è praticamente al sicuro, mentre ai bianconeri servirà una prestazione maiuscola per avere la meglio su un avversario che ha dato la sensazione di poter reggere meglio i novanta minuti. Guai, comunque, a subire gol, ma Brkic pare già una sicurezza.

Twitter: @FCaligaris

Foto da: www.inter.it

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook