I cattivi odori del nostro corpo possono essere un campanello d’allarme per alcune malattie

Odori poco gradevoli emanati dal nostro corpo possono essere campanelli d’allarme di qualche problema di salute anche grave.

William Hanson, professore di anestesiologia dell’Università della Pennsylvania (Filadelfia), assicura che diversi studi hanno dimostrato che le malattie provocano cambiamenti nelle sostanze chimiche dell’organismo.

Alcuni di questi cambiamenti si possono identificare osservandone la consistenza e gli odori e quasi sempre confermano la presenza di una malattia tramite una valutazione medica.

Se da un momento all’altro gli odori corporei sono più evidenti e difficili da neutralizzare, è importante intervenire per verificare un possibile disturbo di salute.

1. Odore di lievito

Il flusso vaginale è normale quando è caratterizzato da un colore cristallino o bianco ed è inodore.

Quando questa secrezione diventa spessa e ha un odore di lievito, è possibile che sia presente un’infezione causata da candida o da qualche altro fungo presente in questa zona intima.

La maggior parte delle volte queste affezioni sono associate alla gravidanza, al diabete e all’uso di antibiotici. Altri sintomi tipici sono prurito ed irritazione.

2. Forte odore dei piedi

L’odore dei vostri piedi è insopportabile e non riuscite a neutralizzarlo?

Nonostante al giorno d’oggi ci siano sul mercato numerosi deodoranti e prodotti per tenere sotto controllo questo problema, c’è chi non riesce a controllarlo per quanti sforzi faccia.

Un forte odore ai piedi indica la presenza di batteri e funghi che, entrando in contatto con l’aria, si decompongono ed emanano il loro sgradevole odore.

Questo problema si può presentare a causa di cambiamenti ormonali, assenza di igiene e disturbi nervosi.

3. Alito cattivo

L’alitosi, come è nota in termini medici, si verifica come risultato di una scarsa igiene orale o per un’infezione che crea un ambiente idoneo per la proliferazione di batteri.

Questo odore può compromettere la qualità di vita di chi lo soffre, in quanto crea seri problemi di autostima ed isolamento sociale.

Alcune delle cause possono essere anche:

  • La presenza di un ascesso.
  • Carie.
  • Malattie delle gengive.
  • Infezione polmonare.
  • Infezione alla gola.
  • Ingestione di alimenti come l’aglio e la cipolla cruda.

4. Odore di pesce

Un cattivo odore di pesce nell’area vaginale è imbarazzante e molto difficile da tenere sotto controllo quando non se ne conosce l’origine.

Se questo odore diventa più intenso dopo aver avuto rapporti sessuali o dopo il ciclo mestruale, è molto probabile che si tratti di una vaginosi batterica, un’affezione che si produce quando i batteri cattivi sono maggiori di quelli buoni.

Tra i sintomi vi sono una secrezione grigia, dolore, prurito e bruciore.

5. Cattivi odori corporei: le ascelle

Uno degli odori corporei più comune e fastidioso, causato principalmente dai batteri che si sviluppano nelle ascelle. Quando non si segue una corretta igiene e non si utilizzano deodoranti, è possibile che questo cattivo odore appaia con tutta la sua intensità.

Tuttavia, in alcuni casi si deve ad una condizione di salute conosciuta come bromidrosi, associata al cattivo funzionamento delle ghiandole apocrine, che causa un odore molto sgradevole impossibile da dissimulare.

6. Forte odore quando si urina

L’urina ha un odore particolare che molti di noi conosciamo. Tuttavia, quando questo è molto forte, penetrate e sgradevole, è un segnale che ci avvisa di alcune possibili malattie.

Tra le cause di questo cattivo odore ricordiamo:

  • Reazione ad un medicinale o una vitamina.
  • Aver mangiato asparagi.
  • Malattie ai reni o al tratto urinario.
  • Infezioni urinarie.
  • Diabete.

Nella maggior parte dei casi, il forte odore viene accompagnato da un colore giallo scuro dell’urina e da una leggera sensazione di bruciore quando si finisce di urinare.

7. Cattivo odore del cuoio capelluto

Fra gli odori corporei, anche il cuoio capelluto può sviluppare uno sgradevole odore come risultato di diverse affezioni.

Si potrebbe pensare che si tratta di mancanza d’igiene, ma non è così in tutti i casi. Quando vi è un eccesso di produzione delle ghiandole sebacee o di qualche lievito, si può sprigionare questo sgradevole odore accompagnato da rossore e prurito.

loading...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.