Rai, stop anticipato al programma di Fabio Fazio del lunedì. Al suo posto Bruno Vespa

   

Le elezioni Europee cambiano i palinsesti Rai e segnano la resa dei conti fra il governo gialloverde e Fabio Fazio, da tempo nel mirino del nuovo esecutivo e di Matteo Salvini in particolare.

Chiude infatti anticipatamente il programma in onda nella seconda serata del lunedì.

In apertura di trasmissione, Fabio Fazio ha annunciato: “Prima di iniziare solo un avviso al nostro pubblico, per tutti coloro che ci seguono al lunedì con Che Fuori Tempo Che Fa, vorrei ricordavi che domani sarà la nostra ultima puntata di Che Fuori Tempo Che Fa del lunedì. Ci è stato comunicato che le ultime tre previste non andranno in onda e quindi per tutti gli appassionati di Maurizio Crozza, del Mago Forest, di Raul Cremona, di tutti noi e di Max Pezzali vi aspetto domani sera e grazie per essere stati con noi quest’anno: più del 13% e un milione e mezzo di telespettatori di media. Grazie molte”. Continuerà invece ad andare in onda la puntata della domenica di ‘Che Tempo Che Fa’.

Al posto del programma di Fazio, andranno in onda, per tre lunedì delle puntate di ‘Porta a Porta’ di Bruno Vespa dedicate alle elezioni europee.

Nota Rai
Nessuna chiusura di Fazio. Come già era avvenuto nei lunedì successivi alle recenti tornate amministrative, anche per le elezioni europee Porta a Porta prenderà il posto di Che Fuori Tempo che Fa in seconda serata il lunedì. Il 20 maggio per poter articolare il calendario della comunicazione elettorale prima della consultazione, concordemente con la Commissione di Vigilanza. Il 27 maggio, a seguire le elezioni, perché come di consueto sarà Porta a Porta a commentare i risultati con uno Speciale, secondo tradizione. E per la settimana successiva, perché (anche a seguito di verifiche con la struttura) è stata considerata l’opportunità di non riprendere per una sola puntata dopo una lunga interruzione, riducendo così ai minimi costi elevati e spese inutili e recuperando anche sulle spese generate dal fermo. Il che rientra nelle normali forme di cambiamento anche radicale dei palinsesti, dovuto ai periodi elettorali.

Salini indispettito
Dallo staff dell’AD Fabrizio Salini si fa sapere che l’amministratore delegato sarebbe irritato rispetto a questa vicenda e che avrebbe convocato per domani mattina il direttore di Rai1 Teresa De Santis e il direttore dei palinsesti per chiarimenti.

Fonte: quifinanza.it

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook