Sebastian Vettel F1, GP Messico 2019: “Non so se siamo favoriti, dovremo trovare l’assetto giusto curando i dettagli”

Sebastian Vettel è pronto per affrontare nel migliore dei modi il Gran Premio del Messico 2019, 18° e quartultimo round stagionale del Mondiale di Formula 1. Il pilota tedesco della Ferrari è reduce dall’incoraggiante prestazione complessiva messa in mostra a Suzuka in cui è riuscito a stampare una pole position fenomenale davanti al compagno di squadra Charles Leclerc prima di doversi accontentare della piazza d’onore in gara a causa di una partenza infelice. Vettel occupa la quinta posizione nel Mondiale piloti con 212 punti ed il suo obiettivo è chiudere al terzo posto scavalcando Verstappen (212) e recuperando gli 11 punti che lo dividono da Leclerc.

La pole in Giappone? Non ho avuto molto tempo per godermela dato che poche ore dopo c’è stata la gara – spiega Sebastian ricordando la domenica di Suzuka – Forse in passato le qualifiche precedenti non erano andate per il verso giusto però Suzuka a me piace molto in generale. È stata una giornata buona, quasi perfetta, però la gara poteva andare meglio. Noi favoriti in Messico? Non lo so, la gente guarda la pista e vede i rettilinei dove siamo sempre stati forti recentemente ma poi ci sono alcune curve. Qui purtroppo l’efficienza aerodinamica non conta molto e noi abbiamo una macchina parecchio efficiente, quindi forse non possiamo sfruttare troppo questa caratteristica a nostro vantaggio. Vedremo come riusciremo a gestire le sezioni più tortuose dove ci sono tipi di curve in cui abbiamo fatto spesso fatica quest’anno. Dovremo trovare assetto e bilanciamento giusto su questo tracciato, ma ci sono tanti piccoli dettagli che possono fare la differenza. Comunque mi sento fiducioso perché abbiamo un buon pacchetto”.


Il nativo di Heppenheim è stato poi interpellato sul tema relativo all’ambiente sollevato polemicamente da Hamilton nei giorni scorsi sui social: “Non sono attivo sui social media e quindi non seguo Lewis, ma saremmo ignoranti se non ci preoccupassimo del tema dell’ambiente. Viaggiare fa parte del nostro lavoro, ma la F1 deve mandare un messaggio forte. Chiunque può fare qualcosa, anche di piccolo. Il cambiamento può esserci e spero arrivi presto. Non conta la posizione politica, conta avere una posizione chiara sull’ambiente. Speriamo che si trovino soluzioni per questo problema ed altri. Io sostengo il pianeta”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading…
Loading…

FOTOCATTAGNI

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook