Plumcake al cioccolato bianco e limone

Plumcake al cioccolato bianco e limone

Il plumcake al limone è un dolce semplice ma speciale, sempre apprezzato da tutti. Insieme al maestro Iginio Massari vogliamo mostrarvi come trasformarlo in un capolavoro di pasticceria, con pochi e semplici trucchi. Questo plumcake al cioccolato bianco e limone sarà perfetto per la prima colazione o la merenda, da servire come dessert a fine cena. Realizzare l’impasto è davvero molto semplice: basterà frullare insieme tutti gli ingredienti alla giusta temperatura. La bagna al limone sarà assorbita completamente e il suo profumo si diffonderà nell’aria, fetta dopo fetta. La glassa piangente invece permetterà di ottenere un plumcake lucido, ma allo stesso tempo sarà un ottimo modo per impermeabilizzare il plumcake che rimarrà soffice a lungo. Siamo sicuri che non riuscirete a fare questa prova… perché il plumcake al cioccolato bianco e limone finirà in men che non si dica!

Leggi anche: Caprese al limone

Per preparare il plumcake al cioccolato bianco e limone come prima cosa assicuratevi che tutti gli ingredienti siano a una temperatura di 24-25°, a temperatura ambiente. A questo punto grattugiate la scorza del limone e ricavatene il succo; poi tagliate il cioccolato a cubetti 1. In un mixer capiente dotato di lame inserite le uova, lo zucchero, il succo di limone 2, il sale 3

il lievito chimico 4, la scorza grattugiata del limone 5, il cioccolato bianco tagliato a cubetti 6

il burro a pomata 7, la farina 8 e in ultimo il miele 9

Azionate le lame alla massima velocità e mixate il tutto per 2 minuti e mezzo fino ad ottenere una massa liscia 10. A questo punto imburrate e infarinate 2 stampi da 16×8 cm e trasferite l’impasto all’interno dividendolo equamente 11. Adesso immergete un tarocco nel burro fuso 12,

inseritelo al centro del plumcake 13, muovetelo delicatamente ed estraetelo, in modo da creare un taglio. Fate la stessa operazione anche per l’altro. In questo modo in cottura crescerà in maniera uniforme. Cuocete i plumcake in forno statico a 185° per 15 minuti, poi a 165° per 30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare 14. Nel frattempo preparate la bagna al limone. In un pentolino versate l’acqua e lo zucchero 15.

Aggiungete la scorza di limone prelevandola con il coltello 16 e portate a ebollizione 17. In un’altra ciotola versate il succo di limone 18.

Quando lo sciroppo avrà raggiunto il bollore, versatelo ancora caldo sul succo di limone, senza filtrarlo 19. Adesso realizzate la glassa piangente. In un’altra ciotola versate lo zucchero a velo, l’acqua 20 e con una frusta mescolate fino a far sciogliere tutti i grumi 21. Dovrete ottenere una consistenza piuttosto liquida.  

Versate la marmellata in un pentolino e portatela a ebollizione 22. Sformate i plumcake 23 e adagiateli su una griglia posizionata su una teglia da forno. Utilizzando un pennello inzuppateli con la bagna al limone sia in superficie che sui lati 24

Spennellate i plumcake anche con la confettura 25 e poi con la glassa piangente 26, ricoprendo bene sia i lati che la superficie 27.

A questo punto trasferite nuovamente il dolce in forno a 250° per 5 minuti fino a che non risulterà asciutto. Infatti, toccandolo, una volta sfornato non dovrà appiccicare 28. Decorate a piacere con scorze di agrumi canditi se preferite 29 e servite il vostro plumcake al cioccolato bianco e limone 30

Il plumcake si può conservare per 1 settimana a temperatura ambiente sotto una campana di vetro. In alternativa è possibile congelarlo per 1 mese. 

Per realizzare questo dolce abbiamo utilizzato il principio dell’omogeneizzazione. Temperatura adeguata degli ingredienti (a temperatura ambiente) e velocità massima dello strumento permetteranno di ottenere il massimo risultato. 

La glassa piangente rende il plumcake impermeabile, in questo modo risulterà più morbido e si conserverà a lungo. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook