Lokomotiv Mosca-Juventus, Champions League 2019-2020: ai bianconeri basta un successo per approdare agli ottavi

Torna in campo la Champions League con la sua quarta giornata, e nell’ambiente calcistico della Juventus si respira aria di possibile qualificazione agli ottavi di finale, a patto di archiviare domani la pratica Lokomotiv Mosca in terra russa.

Nel match dello scorso 22 ottobre, la Juventus si è imposta per 2-1 grazie a una doppietta di Dybala nel secondo tempo, che ha permesso di rimontare i russi andati in vantaggio con Miranchuk alla mezz’ora del primo tempo. I padroni di casa hanno bisogno, in caso di ulteriore situazione positiva, di mantenerla fino alla fine, in quanto un’altra sconfitta costerebbe loro già fin d’ora la possibilità di accedere agli ottavi di finale, considerati la situazione di classifica (tre punti nel girone D) e il fatto che l’altro confronto sia quello tra Atletico Madrid e Bayer Leverkusen, con gli spagnoli appaiati alla Juventus a quota 7 punti.

Maurizio Sarri sarà costretto a fare a meno, per domani alle 18:55, dello squalificato Cuadrado e dell’infortunato de Ligt, che non è partito per Mosca a causa di una leggera distorsione alla caviglia sinistra. Questo dovrebbe portare Danilo nell’undici di partenza, mentre nel ballottaggio Demiral-Rugani appare in vantaggio il primo. Varie sono le possibili scelte vicino all’attacco, con Bernardeschi e Douglas Costa perfettamente compatibili con la possibilità di partire titolari.

Si dice Lokomotiv Mosca, si scrive tre campionati, otto Coppe di Russia e tre Supercoppe ancora di Russia che sono andati nel palmares nella storia della società. Dopo il match d’andata con la Juventus, è arrivata la rovinosa sconfitta nel derby con lo Spartak Mosca (0-3) ed è poi giunto il pari con l’Ufa (1-1). L’allenatore, Yuri Semin, si mostra comunque tranquillo, affermando in conferenza stampa che la squadra sta bene, che Smolov è recuperato, che Joao Mario è a posto e che c’è una generale positività relativamente alla serata moscovita. Infine, commenta la scelta di giocare alla RZD Arena invece che al Luzhniki: la squadra si sente più forte in quello che è il suo usuale catino.

Loading…
Loading…

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

loading...