MotoGP, Jorge Lorenzo rischia di rimanere disoccupato. Zarco e Crutchlow possono ‘scippargli’ il posto in Honda

25 punti contro 395: è questo il quadro della situazione nella classifica mondiale dei piloti in MotoGP tra lo spagnolo Jorge Lorenzo e il compagno di team (campione del mondo) Marc Marquez. Il maiorchino si avvia a concludere la sua annata più negativa nella classe regina, dove in sella alla Honda ci ha capito davvero poco, in una stagione in cui anche infortuni e cadute hanno condizionato. Per Jorge il rischio di rimanere appiedato nel 2020 non dovrebbe esserci, visto e considerato che la squadra giapponese non vorrebbe privarsi di un cinque volte campione del mondo tanto alla leggera.

Tuttavia, con l’avvento del francese Johann Zarco, in sella alla LCR Honda per sostituire il nipponico Takaaki Nakagami (infortunato), qualcosa potrebbe muoversi. Sì, perché, prima della sua caduta nel GP in Malesia, le prestazioni del transalpino erano state decisamente apprezzabili. L’ex centauro della KTM ha voglia di rivincita e vuol sfruttare la chance con il marchio del Sol Levante fino alla fine (accordo fino al termine di questo campionato a Valencia). Non è un mistero che sia lui che il britannico Cal Crutchlow (nono nella graduatoria mondiale e con 133 punti) aspirino al ruolo di pilota ufficiale. Per questo, la posizione del maiorchino potrebbe traballare. Le ambizioni di Zarco non sono poche e le qualità velocistiche non si discutono. A questo punto, resta da capire cosa possa fare Lorenzo per cambiare la situazione.


Loading…
Loading…

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook