Su Pornhub solo nel 2019 sono stati caricati 169 anni di video porno

Ogni giorno si collegano al sito tanti utenti quanti i cittadini di Canada, Australia, Polonia e Paesi Bassi contemporaneamente

Per Pornhub il 2019 è stato un anno da record (fonte: PornHub)

Una simpatica gag dello spettacolo Avenue Q ha reso popolare la frase “The internet is for porn”, a sottolineare il fatto che, nonostante il potenziale del web, gli utenti non rinunciano al porno quando sono online.

A confermare questa simpatica teoria ci sono i dati dell’anno di PornHub. Nel 2019 la piattaforma a luci rosse ha registrato oltre 42 miliardi di visite, una media quindi di circa 115 milioni di visite giornaliere che, per rendere meglio l’idea, è l’equivalente delle popolazioni di Canada, Australia, Polonia e Paesi Bassi connesse contemporaneamente.

Top 20 dei paesi più connessi a Pornhub

I 20 paesi con il maggior traffico verso PornHub (fonte: PornHub)

Il 2019 ha riconfermato gli Stati Uniti come nazione con il più alto traffico giornaliero verso PornHub. In seconda posizione, guadagnando due posizioni rispetto al 2018, si trova il Giappone seguito dal Regno Unito che perde una posizione. Alla settima posizione si trova l’Italia che avanza di un gradino rispetto all’anno scorso. Dei primi 20 paesi è interessante notare come l’India abbia perso 12 posizioni a causa di un blocco governativo di alcuni siti pornografici.

Con il settimo posto in classifica L’Italia si conferma un paese di fruitori della pornografia online. Le ricerche più effettuate nel Belpaese vedono sul gradino più alto del podio la categoria “milf”, che guadagna ben 5 posizioni rispetto al 2018. C’è “italiano” (+7 posizioni) al secondo posto e “amatoriale italiano” (-2 posizioni) al terzo chiude il podio.

Dati da record

PornHub ha fatto registrare per il 2019 oltre 39 miliardi di ricerche aumentando il dato di 8,7 miliardi rispetto all’anno precedente facendo segnare, inoltre, un numero record di nuovi video caricati pari a 6,83 milioni. “Se nel 1850 ti fossi messo a guardare i video caricati solamente nel 2019, probabilmente li staresti ancora finendo di vedere” spiega  PornHub: i video caricati solamente nel 2019 ammontano a 1,36 milioni di ore, ossia 169 anni di contenuti da guardare.

Il sito fa sapere inoltre che sono stati trasferiti 6597 Petabyte di dati in quest’anno, circa 18.073 Terabyte al giorno o 209 Gigabyte al secondo che se trasferiti in tanti hard disk e impilati uno sopra l’altro formerebbero una torre di 100 chilometri di altezza.

Le ricerche

Le ricerche che hanno definito il 2019 (fonte: PornHub)

La categoria “amatoriale” si aggiudica il primo posto per le maggiori ricerche seguita a ruota da “alien”, trend reso popolare grazie al tentativo di invasione dell’Area 51 miseramente fallito.

I video “pov” (point of view) si classificano al terzo posto mostrando come la tecnologia per realtà virtuale abbia pesantemente influito sull’industria pornografica. Al quarto posto si classifica Belle Delphine, personaggio del web che è riuscita a trollare il pubblico di Pornhub con dei video caricati sul portale. Il “cosplay“, in quita posizione, è stata un’altra ricerca popolare per quest’anno, e con Belle Delphine e Aliens in cima alla lista, non è difficile capire perché.

I termini più cercati su Pornhub nel 2019 (fonte: pornHub)
Pornostar femminili e maschili più cercati su PornHub nel 2019 (fonte: PornHub)

La pornostar femminile più cercata del 2019 è stata Lana Rhoades. Tra i pornoattori, invece, il gradino più alto del podio spetta a Jordi El Nino Polla.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

loading...

Lascia un commento