F1, Mondiale 2020: svelata la nuova Alpha Tauri AT01 a Salisburgo. Pierre Gasly e Daniil Kvyat confermati al volante

Incomincia ufficialmente all’Hangar 7 di Salisburgo l’avventura nel Mondiale di Formula 1 dell’AlphaTauri, svelata questa sera per la prima volta al pubblico. Si tratta del sesto team in ordine cronologico ad effettuare l’unvealing della nuova vettura dopo Ferrari, Red Bull, Renault, McLaren e Mercedes. L’ex Toro Rosso, denominata da questa stagione AlphaTauri, punterà a confermare l’ottimo campionato 2019 andando a caccia della top5 nel Mondiale costruttori. Alla guida della AT01 ci saranno il francese Pierre Gasly ed il russo Daniil Kvyat, reduci entrambi da un’annata positiva a livello personale. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dai piloti in occasione della presentazione ufficiale dell’AlphaTauri 2020:

Pierre Gasly:Il 2019 è stato un anno interessante, sono successe tante cose, a livello professionale e personale. Sento di essere cresciuto e di aver imparato tanto. Aver conquistato quel secondo posto in Brasile è stato il miglior modo di chiudere la stagione. Sono contento per come abbiamo lavorato e per come sono andate le cose. E ora mi sento entusiasta per la nuova stagione, che vorrei iniziasse allo stesso modo in cui si è conclusa la scorsa. Sicuramente, dato che gli uomini sono praticamente gli stessi di prima, tutti sono molto motivati e concentrati nel fare bene e lo si riesce a sentire in tutta la factory. Sono tutti molto entusiasti della vettura 2020 e si vuol fare anche meglio dell’anno passato“.


Daniil Kvyat:Sono entusiasta all’idea di tornare a correre. Questo sarà il mio sesto anno in Formula 1 ed è una sensazione fantastica. In sostanza, il team rimane pressoché lo stesso, mentre il nome è cambiato in AlphaTauri. Cambierà il look della macchina e delle divise del team, ma tecnicamente la AT01 è un’evoluzione della STR14 dello scorso anno, che si era già ben comportata. Avendo questo come punto di partenza, il nostro obiettivo è migliorare il più possibile. Si può sempre progredire, quindi continuerò a lavorare per essere un pilota migliore e cercherò di ottenere altri bei risultati per la squadra, così da puntare a una buona posizione in campionato. Il 2019 è stato un anno positivo per me, con dieci piazzamenti a punti e un podio a Hockenheim. Certamente è una stagione da ricordare, ma c’è ovviamente margine per poter fare ancora meglio. Direi che non mi sono prefissato obiettivi specifici per quest’anno, voglio solo continuare a fare quello che ho già fatto, ma ancora meglio“.

erik.nicolaysen@oasport.it

Loading…
Loading…

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook