MotoGP, Marc Marquez e la Honda tornano alla versione 2019: team campione del mondo in difficoltà ma…

Non è stata proprio da incorniciare questa fase pre-stagionale per la Honda in MotoGP. I test a Sepang (Malesia) e a Losail (Qatar) non hanno dato risposte troppo positive nel complesso, specie nel confronto diretto con Yamaha e Suzuki, apparse decisamente veloci.

Si sapeva che il campione del mondo in carica Marc Marquez avrebbe fatto molta fatica: l’operazione alla spalla e i problemi annessi all’arto incidono assai sul modo di guidare dell’asso nativo di Cervera. A ciò si sono aggiunte anche le criticità della RC213V: mancanza di stabilità in ingresso curva e turning precario. Questi gli aspetti che si sono evidenziati nel corso delle prove citate.

La scuderia giapponese, però, sembra essersi rimessa in carreggiata guardando alla moto 2019. Come riportano le cronache, Marquez e il suo team hanno deciso di testare una versione mix tra anno passato e corrente per capire se i problemi di instabilità potessero essere minimizzati. Il target è stato centrato, però questo non è bastato per essere all’altezza delle citate Yamaha e Suzuki.

Marc fa buon viso a cattivo gioco, ma è chiaro che i test hanno avuto un’evoluzione che non ci si aspettava. L’8 marzo, giorno dell’esordio iridato proprio a Losail, scopriremo come stanno le cose esattamente, ma la Honda ci arriva con tanti dubbi e con poche certezze, tenuto conto anche delle non perfette condizioni fisiche del pilota spagnolo.

Loading…
Loading…

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook