Coronavirus, la giornata Da domani benzinai chiusi

h. 13.38 Da domani inizia lo stop dei distributori carburanti.   “Noi, da soli, non siamo più nelle condizioni di assicurare né il necessario livello di sicurezza sanitaria, né la sostenibilità economica del servizio. Di conseguenza gli impianti di rifornimento carburanti semplicemente cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali; e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria”. Lo annunciano in una nota Faib (Confesercenti), Fegica (Cisl), Figisc/Anisa (Confcommercio)

h.13.13 La Germania supera i 30mila casi – Sono 30.150 i casi di infezione accertate da coronavirus in Germania, lo rileva la Johns Hopkins University, secondo cui il bilancio delle vittime sale a 130. Secondo i dati raccolti da Die Zeit online, invece i casi accertati sarebbero 31.703 e le morti 144. La testata di Amburgo osserva un raddoppio dei casi negli ultimi 4 giorni.

h. 13.30 Abe: ‘Il Cio è d’accordo, i Gioghi nel 2021’ – Il Cio “è d’accordo al 100%” alla proposta di spostare i Giochi di Tokyo all’estate del 2021 per l’emergenza coronavirus. Lo ha detto il premier giapponese Shinzo Abe dopo una telefonata con il presidente del Cio Thomas Bach, secondo quanto riferisce la televisione pubblica giapponese NHK.

h. 13.08 – 26 Paesi Ue blindano le frontiere esterne – “Tutti i Paesi dell’Ue, eccetto l’Irlanda, e tutti gli Stati associati Schengen hanno applicato” la proposta della Commissione Ue “di una restrizione temporanea per i viaggi non necessari dai Paesi terzi” a causa del coronavirus. Lo annuncia il portavoce della Commissione europea, Eric Mamer. L’Irlanda non ha potuto attuare la misura della restrizione temporanea dei viaggi, perché ha una ‘un’area comune di viaggio’ (Common Travel Area) col Regno Unito.

h. 12.40 Bertolaso,sono positivo,vincerò battaglia –  “Sono positivo al Covid-19. Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia”. Così in un post su Fb Guido Bertolaso.

h. 12.23 Oms, Usa possono essere prossimo epicentro del virus  – Una portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità afferma che l’85% dei casi di coronavirus segnalati nelle ultime 24 ore sono stati in Europa e negli Stati Uniti. Lo riferisce Sky News. La portavoce dell’Oms afferma inoltre che si sta assistendo a una “grande accelerazione” nel numero di casi negli Stati Uniti che può diventare il prossimo epicentro dell’epidemia.

h. 12.21 Arcuri, ‘Rispettate le regole’. “Tutti i cittadini stanno facendo enormi sacrifici, li ringrazio, ma non basta, bisogna essere chiari: è davvero importante attenersi alle prescrizioni che il governo ha dato, sapendo che sono difficili, inusuali, quasi non contemporanee. La stragrande maggioranza le rispetta, imploriamo di rispettarle a tutti gli italiani. Dobbiamo fare in modo che emergenza non si diffonda in regioni dove finora è stata contenuta la sua portata, con l’aiuto degli italiani di quelle regioni, ma non solo”. Così il commissario Domenico Arcuri

h. 12.18 Boom di contagi in Spagna. Il ministero della Sanità spagnolo ha reso noto che il numero dei casi ha raggiunto quota 39.673. A livello nazionale 2.636 pazienti sono in terapia intensiva, altre 3.794 sono guarite. La regione di Madrid è la più colpita con 1.535 morti e 12.352 contagiati

h. 9.10 Mercati in rialzo. Le Borse europee seguono l’intonazione delle Piazze asiatiche e rimbalzano. Londra guadagna il 2,75% con il Ftse 100 a 5.128 punti, Francoforte sale del 5,73% con il Dax a quota 9.242 punti mentre Parigi registra un +4,43% con il Cac 40 a quota 4.087 punti. L’oro è in rialzo e sfiora i 1.600 dollari l’oncia

h. 2.18 La Cina vede i nuovi casi di coronavirus risalire a 78, di cui uno a Wuhan dopo 5 giorni di fila a quota zero e 74 importati dall’estero. Secondo i dati aggiornati a lunedì della Commissione sanitaria nazionale, i nuovi contagi di ritorno, in aumento al totale di 427, sono stati 31 a Pechino, 14 nel Guangdong, 9 a Shanghai, 5 nel Fujian, 4 a Tianjin, 3 nel Jiangsu, 2 sia nello Zhejiang e nello Sichuan, e 1 ciascuno per Shanxi, Liaoning, Shandong e Chongqing. I 7 nuovi decessi sono stati tutti registrati a Wuhan, focolaio della pandemia.

loading...