Eriksen diventerà il fulcro dell’Inter. Osimhen combattente nato, Koulibaly tra i primi 3 difensori al mondo

Koulibaly Napoli

Schira: non credo ci siano problemi sui rinnovi di Zielinski, Mario Rui, Hysaj e lo stesso Gattuso. Il Napoli sta operano bene

Biasin, Vigliotti, Colonnese, Campo, Schira, Di Marzio, Di Napoli e Palmeri sono intervenuti a Radio Marte, nel corso di “Marte Sport Live”, per parlare del Napoli, dell‘Inter, del match di questa sera al Meazza tra le due squadre e di altro.

Questi i loro intervfenti riportati da FirstRadioWeb.Com

Fabrizio Biasin, giornalista

“Eriksen diventerà il fulcro dell’Inter e non può essere diversamente perché i numeri non ingannano. Bisogna solo trovare il modo per metterlo a suo agio.

Qualcuno parla di rimpianti per l’Inter e per Conte, ma poi alla fine vince sempre la Juventus, meritatamente. L’Atalanta può avere dei rimpianti, ma credo che l’Inter debba completare il suo percorso di crescita e se si vanno a vedere gli scontri diretti, li ha persi con la Juventus”. 

Gianluca Vigliotti, giornalista

“Il Napoli non deve scherzare, non può farlo a pochi giorni dalla gara col Barcellona. Deve stare attento con ciò che accade, con gli infortuni, con la gestione, col minutaggio. Ciò che è accaduto a Manolas è un incidente di percorso pericoloso e ben venga la squalifica di Mertens, così almeno può tirare il fiato”. 

Ciccio Colonnese 

“Il Napoli ha sofferto contro il Sassuolo perché tutte soffrono quando affrontano il Sassuolo che gioca molto bene. Di certo il Napoli contro il Barcellona ci metterò più concentrazione, ma non sono preoccupato: il Napoli è sempre stato attento e corto in difesa quando la posta in palio è alta. Certo, al Camp Nou la partita è complicatissima, ma non bisogna fasciarsi la testa prima di romperla. Il Napoli ha qualità, un allenatore preparato che ha trovato il modulo adatto alla rosa e se poi ce la farà  a passare il turno non so, ma di certo ce la metterà tutta e può giocarsi le sue carte”. 

Raffaele Campo, giornalista 

“Ho parlato con Emmanuel Amuneke, l’allenatore di Psomhen ai tempi della Nigeria Under 17 ed abbiamo parlato di tante cose, anche brevemente del suo passato, mi ha evidenziato il grande lavoro che ha fatto il suo primo allenatore sul ragazzo. Osimhen è un combattente nato, mi aspetto che Gattuso possa valorizzarlo anche perché credo che tenga tanto ai suoi giocatori, è quello che traspare”. 

Nicolò Schira, giornalista

“Non credo ci siano problemi sui rinnovi di Zielinski, Mario Rui, Hysaj e lo stesso Gattuso. Il Napoli sta operano bene, poi certo ci saranno anche delle cessioni e se arriverà una grandissima offerta c’è da capire cosa accadrà con Koulibaly. Oltre ad Osimhen, credo che il Napoli farà qualcosa in entrata anche sugli esterni.

Bernardeschi non credo voglia lasciare la Juve ma con l’arrivo di un altro difensore, uno tra lui e Douglas Costa dovrà lasciare il club”. 

Gianni Di Marzio, allenatore

”Tra Diawara, Demme e Lobotka toglierei l’ultimo. Diawara è il classico regista basso, ha molta copertura in profondità ed è bravo nella fase difensiva mentre in quella offensiva è bravo sulle palle alte. Demme in questo Napoli ci può stare, ma certo non fa la differenza, al pari di Lobotka.

Tonali lo prenderei, ha piedi buoni, ha carattere e non vuole perdere mai. Poi, ha 20, 30 metri di giocate e quindi la palla la fa girare per cui anziché spendere 40 milioni per Lozano, avrei preso Tonali.

Koulibaly è tra i primi 3 difensori al mondo e quindi se va venduto, il Napoli deve valutare bene il sostituto.

Nandez per Allan? E’ un buon giocatore, molto cattivo.  Lozano non lo farei giocare al Camp Nou perchè essendo un piccoletto rapido, nel contropiede che immagino il Napoli farà a Barcellona, non lo vedo bene. Dal punto di vista fisico Lozano può migliorare muscolarmente, ma la sua costituzione fisica è quella, può migliorare nella potenza muscolare”.  

Arturo Di Napoli, ex giocatore

“Potevo fare qualcosa in più nel calcio, ma quando si è giovani non si è coscienti di ciò che si ha in meno.

Gattuso a Napoli sta facendo un grandissimo lavoro perché ha preso la squadra in un momento critico in cui lo spogliatoio era sfasciato e invece è stato bravo a creare unione e dare regole.

Il Napoli, Gattuso, la squadra e la città intera si sta preparando alla gara col Barcellona. Stasera l’Inter avrà più motivazioni, ma di certo anche il Napoli vorrà ben figurare per cui immagino assisteremo ad una gara divertente”. 

Tancredi Palmeri, giornalista

“Conte poteva fare qualcosa in più in questa Inter perché quando butti tanti punti in quel modo, è chiaro che potevi fare di più, ma nel calcio non sempre uno più uno fa due. Ha un po’ deluso Conte, ma non si tratta di fallimento.

L’Inter stasera sarà più motivata e non immagino che il Napoli tirerà i remi in barca, ma è chiaro che pensa al Barcellona e i giocatori la gambe ce la mettono meno a pochi giorni dalla sfida di Champions”.

Koulibaly

loading...

About Vincenzo Vitiello

Giornalista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.