Sconcerti non comprende la penalità da mettere sul contratto di Gattuso. Situazione poco chiara!

Sconcerti

Sconcerti: è ovvio che se durante il campionato Gattuso manifesterà la volontà di andarsene dovrà pagare la penale, per cui qualcosa non mi torna, è una situazione poco chiara

Mario Sconcerti è intervenuto in diretta ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Maracanà. Ecco le parole del direttore riguardo le due finali europee, Rangnick e la situazione panchina di Inzaghi e Gattuso:

Tra Conte, Lopetegui, Tuchel e Flick chi  è piaciuto di più a Sconcerti?

“Mi è piaciuto molto Tuchel e probabilmente sarà quello che se ne andrà al termine della stagione. Nulla da togliere anche agli altri tre, che sono comunque molto bravi, però non paragoniamo la finale di Champions League con quella di Europa League. Sono due tornei diversi, non a caso in Europa League giocano quelle che escono dall’Europa dei grandi. Ricordiamoci che il Chelsea lo scorso anno vinse l’Europa League ma in campionato non è mai stato l’outsider per la vittoria del titolo. Le squadre di Champions League hanno tutt’altra struttura. Devo dire, sono rimasto affascinato da Davis del Bayern Monaco e da Neymar, che a mio avviso è al momento il più forte al mondo. Ha 5 anni in meno di Messi,7 di Ronaldo e tanto ancora potrà migliorarsi. Segna di meno ma è diventato un uomo da tutto campo. Come detto ieri, mi ricorda davvero Pelé.

Secondo Sconcerti può nascere una partita interessante tra Bayern Monaco e PSG?

“Assolutamente, sarà molto bella da vedere. Nel caso del Bayern Monaco devono giocare con la difesa alta, perché se i vari Neymar o Mbappè ti superano a difesa bassa sono dolori.”

Con Rangnick potevamo imparare qualcosa?

“Sul fatto che sia stato un grande con il suo lavoro non si mette in discussione, ma non per questo dobbiamo rimpiangere di non averlo avuto all’opera nel Milan. Sicuramente è un uomo capace nel suo ambito lavorativo, un personaggio importante nel mondo del calcio. Vederlo in Italia magari sarà per un’altra volta.”

Inzaghi e Gattuso per ora non hanno futuro perché non arriva il rinnovo contrattuale. I tifosi devono allarmarsi?

“Non capisco la penalità che va messa nel contratto di Gattuso se decidesse di andare da un’altra parte. È ovvio che se durante il campionato manifesterà la volontà di andarsene dovrà pagare la penale, per cui qualcosa non mi torna, è una situazione poco chiara. Inzaghi invece se vuole andare può farlo quando vuole, non capisco però che tipo di problemi possano esserci. Non mi sembra però il tipo che se ne va all’estero.” Conclude Sconcerti.

Sconcerti

loading...

About Vincenzo Vitiello

Giornalista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.