Napoli, De Laurentiis vuole riaprire il San Paolo. La Juve punterà su Ronaldo, Dybala e Suarez

San Paolo Napoli

Napoli – De Laurentiis ha preso contatti con il presidente della Regione Campania, perché anche il San Paolo possa ospitare qualche tifoso, sempre nel rispetto delle regole di sicurezza

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione in onda su Radio Punto Nuovo, sonno intervenuti opinionisti e giornnalisti per parlare di De Laurentiis che vUole riaperire al pubblico il San Paolo di Napoli, dellla Juventus che punterà su Ronaldo, Dybala e Suarez e di altro.

Questi i loro intervfenti riportati da FirstRadioWeb.Com

Cardinale Crescenzio Sepe: “De Laurentiis ha sentito De Luca per riaprire il San Paolo di Napoli. Non esiste squadra senza tifosi”

Crescenzio Sepe, Cardinale di Napoli: “Ho avuto un colloquio con Gattuso, sono molto concentrati nel fare squadra, amalgamare bene le individualità dei campioni che vanno inseriti in un contesto di reciproca attenzione e collaborazione. Tutto il lavoro è incentrato nel fare squadre, solo così si può vincere e superare le tante difficoltà. De Laurentiis? Ho un rapporto di stima e amicizia vicendevole con De Laurentiis, parliamo molto chiaramente, l’ho visto molto impegnato affinché si possa costruire un nuovo ciclo che possa dimostrare tutta la sua forza. Ho incontrato anche Osimhen, abbiamo scherzato insieme, fatto delle foto, è molto bravo. Perciò dico che tutte le individualità messe insieme che giocano per la squadra, portano risultati. Gli ho augurato di fare ogni volta 3 gol in 5 minuti (ride, ndr). Riapertura degli stadi? Mi sono congratulato perché nell’allenamento del Napoli, a Castel di Sangro, c’erano 1.500 persone autorizzate, nel rispetto delle regole, a poter assistere. Si potrebbe fare anche altrove, so che il presidente ha preso contatti con il presidente della Regione Campania, perché anche il San Paolo possa ospitare qualche tifoso, sempre nel rispetto delle regole di sicurezza. Non esiste una squadra senza tifosi, né tifosi senza squadra. Il pubblico aiuta anche a creare un bel gioco, speriamo si possa risolvere quanto prima“.

Bonsignore: “La Juventus punterà su Ronaldo, Dybala e Suarez per il prossimo anno. Kulusevski sarà la sorpresa”

Filippo Bonsignore, Corriere dello Sport: “La Juventus ha svoltato su Suarez, si è aperta la possibilità di arrivare al colpo dell’estate, trovando un accordo con lui. 10 milioni all’anno per tre stagioni, non è ancora tutto fatto, l’uruguaiano deve trovare un’intesa con il club catalano per andare via. Tuttavia non sarà semplice, c’è caos tra le fila del Barcellona, soprattutto per la questione Messi. Suarez dovrà trattare per liberarsi gratis, così la Juventus non avrebbe alcun costo di cartellino e potrebbe essere un colpo clamoroso. Via Cristiano Ronaldo? È difficile, ma nel mercato tutto può accadere. La Juventus punterà su di lui, Dybala e Suarez per il prossimo anno. Kulusevski sarà la sorpresa della prossima stagione, è stata brava la Juve a soffiarlo all’Inter“.

Chiariello: “Napoli bloccato dal Barcellona: dipendono dai blaugrana le operazioni in uscita”

Umberto Chiariello, con il suo EditoNuovo: “Il calcio di quest’anno è travolto da una serie continua di tsunami. Il TAS ha graziato per l’ennesima volta il Manchester City, rendendo ridicolo il FPP. Arriva il Covid-19 e crea un secondo tsunami, di quelli gravi. Ce n’è un terzo: la mancanza di pubblico per un tempo prolungato. Ultimo tsunami: disfacimento del Barcellona. Un ciclo più che decennale concluso con un 8-2 contro il Bayern vincitore della Champions League. Paradossalmente, la squadra più colpita, è il Napoli: tutte le operazioni sono bloccate dalle operazioni fatte con Barcellona. Messi blocca l’acquisto del City di Koulibaly, Suarez blocca la cessione di Milik. Se Suarez andrà alla Juventus, da braccio armato di Messi, sarà braccio armato del suo acerrimo nemico“.

Gennari: “Meret all’Atalanta? Non credo, penso di più a Berisha. Romero? Operazione conclusa”

Fabio Gennari, Radio Dea: “Non mi risulta un’offerta fatta dall’Atalanta per Meret. Attualmente c’è il problema Gollini perché infortunato e la forbice tra il caso migliore di rientro e quello peggiore, incide pesantemente sulla prima gara di Champions League. L’Atalanta ha due situazioni da monitorare: Sportiello e Carnesecchi, classe 2000 e della Nazionale U21, considerato uno dei migliori prospetti italiani. Perin? È stato rinnovato il prestito al Genoa, quindi la partita è abbastanza chiusa per lui. L’unica opzione vicina, mi sembra con lo scambio Carnesecchi-Berisha, per consentire un’ulteriore crescita al classe 2000 e permettere a Berisha di tamponare per qualche mese. Romero? È un’operazione conclusa. Stanno decidendo soltanto la formula. Ilicic? Bisogna capire come e quando si risolverà. Sta seguendo un percorso per uscire da un problema che riguarda la sua sfera personale. Mi aspetto entro la metà di settembre una deadline più certa. Può tornare a disposizione per ottobre, secondo me“.

Biafora: “Ricciardi è un nuovo giocatore del Pescara. Veretout? Il Napoli insiste, potrebbe andar via a 40 milioni”

Filippo Biafora, Il Tempo: “Ieri pomeriggio ho constatato che Riccardi potesse essere rimosso dalla trattativa con il Napoli perché è stato trovato un accordo, confermato dal presidente Sebastiani, con il Pescara. La Roma manterrà il controllo sul ragazzo, ma possiamo dire che Riccardi è un nuovo giocatore del Pescara. La richiesta del Napoli è scesa rispetto ai 20 milioni richiesti, l’unica alternativa per la Juventus è Dzeko, quindi non escludo che si possa sbloccare da un momento all’altro. Ramadani in Italia? È il procuratore di Koulibaly, Maksimovic e Under, quindi un uomo centrale nelle strategie di mercato del Napoli. Si troverà un accordo tra Under ed il Napoli per quanto riguarda l’ingaggio, intorno ai 3 milioni accetterà di trasferirsi. Veretout? Il Napoli insiste, ma la Roma non apre minimamente. 40 milioni di euro, questa è la cifra fissata, Fonseca vuole tenerlo“.

Chiariello: “De Laurentiis furioso per non aver ceduto prima KK e Allan: l’emozione ha un prezzo”

Umberto Chiariello, con il suo EditoNapoli: “Tutti i giocatori hanno il prezzo al collo e tutti sono cedibili. So che è arrabbiatissimo per aver buttato troppi soldi e non aver venduto Koulibaly e Allan ad un prezzo altissimo. Col senno di poi, soprattutto per il non rendimento dei due giocatori in questa stagione, sarebbe stato giusto farlo. È vero che De Laurentiis forse dovrebbe essere più refrattario, ma il calcio è fatto da emozioni: in mero fatto numerico, hai ragione, ma l’emozione ha un prezzo“.

San Paolo Napoli

loading...

About Vincenzo Vitiello

Giornalista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.