Nazionale, Belotti precisa: ”Immobile? Anche io mi sento titolare. Ecco come sceglierà Mancini”

Belotti:
Belotti: Immobile? Se siamo qui e’ perche’ delle qualita’ ci sono. Poi il mister decide sempre in base all’avversario che si incontra, e il modo in cui dobbiamo giocare. Abbiamo caratteristiche diverse, quindi anche in base alle situazioni bisogna sapersi adattare

Andrea Belotti, centravanti del Torino e della Nazionale, ai microfoni di Rai Sport dal ritiro della squadra azzurra al centro tecnico federale di Coverciano, dove l’Italia sta preparando il debutto in Nations League, venerdi’ 4 settembre allo stadio Artemio Franchi di Firenze. In azzurro il bomber granata ha ritrovato anche l’amico, e rivale per un posto da titolare, Ciro Immobile, fresco vincitore della Scarpa d’oro.

Queset le sue parole:

”Immobile? Gli ho fatto i miei complimenti e il suo successo e’ un motivo d’orgoglio per noi italiani, perche’ avere un giocatore che vince la Scarpa d’oro, uno che ha fatto 36 gol eguagliando anche il record di reti nel nostro campionato, e’ un motivo di orgoglio per se’ stesso ma anche per tutti i compagni che giocano con lui nella sua squadra di club e in Nazionale.

Quindi sono molto contento per lui, gliel’ho gia’ detto in privato e gliel’ho ribadito anche quando ci siamo ritrovati qua a Coverciano. La staffetta tra di noi?  Ho sempre detto che le scelte spettano al mister, che e’ veramente bravo e in grado di fare letture importanti. Noi siamo qui, dobbiamo solo farci trovare pronti, perche’ penso che qualsiasi attaccante che viene chiamato in Nazionale e’ perche’ ha delle qualita’ veramente importanti.

Lui si sente titolare? Gli dico che anche io mi sento titolare, cosi’ pareggiamo la situazione. Se siamo qui e’ perche’ delle qualita’ ci sono -riporta Sport Mediaset- Poi il mister decide sempre in base all’avversario che si incontra, e il modo in cui dobbiamo giocare. Abbiamo caratteristiche diverse, quindi anche in base alle situazioni bisogna sapersi adattare.

Sicuramente la Nazionale mi e’ mancata tanto perche’ l’aria che si respira in azzurro e’ qualcosa di magico. E’ stato bello rivedere tanti compagni di squadra dopo dieci mesi. Con loro abbiamo parlato anche della vita privata, e di tutto quello che era successo. Abbiamo sempre detto che questo gruppo e’ straordinario e anche a distanza di dieci mesi lo abbiamo dimostrato ancora una volta”.  Conclude Belotti.

Belotti:

loading...

About Vincenzo Vitiello

Giornalista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.