Come raggruppare tutte le pagine aperte su Google Chrome

La nuova funzione di Google Chrome permette di raggruppare le schede in modo da mantenere in ordine il browser. Adesso è diventata un’impostazione predefinita

Google Chrome permette l’organizzazione in gruppi delle schede aperte nel browser (screenshot da Google Chrome)

Google Chrome ha rilasciato l’aggiornamento che permette di organizzare in gruppi le schede aperte nel browser. Come spiegato in precedenza da Wired la funzione consente agli utenti di mantenere ordinate tutte le schede aperte, raggruppandole ed etichettandole a secondo del loro uso. Finora la funzionalità era disponibile solamente sul browser di test Chrome Canary o sul normale Google Chrome, attraverso la sezione delle funzioni sperimentali dormienti.

Con l’aggiornamento alla versione 85.0.4183.102 il browser di Big G ha abilitato i gruppi di schede come impostazione predefinita. Ciò vuol dire che un utente non dovrà più andare a cercare la funzione tra quelle dormienti ma potrà semplicemente cliccare col tasto destro del mouse sulla scheda interessata. Così facendo sarà possibile creare un nuovo gruppo di schede con la funzione “Aggiungi a nuovo gruppo” oppure allegare la scheda a una raccolta precedentemente creata.

I gruppi di schede offrono agli utenti la possibilità di organizzare con nomi e colori le pagine web che si stanno usando, ordinando così il browser secondo le proprie esigenze.

Come già spiegato da Wired, dopo aver creato il gruppo, l’utente potrà modificarne alcune caratteristiche per renderlo più riconoscibile visivamente. È possibile cliccare con il tasto destro del mouse sul pallino colorato che comparirà accanto alla scheda per modificare il nome del gruppo e selezionare un colore per renderlo facilmente identificabile.

Accedendo allo stesso menù è possibile spostare l’intero gruppo in una nuova finestra del browser. Qualora il gruppo non servisse più è possibile chiuderlo o separare le schede in esso contenute. Quest’ultima azione permette di chiudere il gruppo mantenendo però aperte le varie pagine che si stanno consultando.

Gli utenti che utilizzano Google Chrome su Windows, Mac o Chromebook dovrebbero aver già ricevuto automaticamente l’aggiornamento alla versione necessaria che abilita immediatamente i gruppi di schede. In caso contrario è necessario accedere alle informazioni su Google Chrome (chrome://settings/help) ed effettuare l’aggiornamento. Per Android e iOS invece bisognerà ancora attendere un po’ per ottenere la funzione come impostazione predefinita e per attivarla è ancora necessario accedere alle funzioni sperimentali.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

loading...

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.