Assurdo episodio di cronaca sanitaria: operatrice oss picchiata e costretta a non denunciare

violenza su oss
   

Un’Operatrice Socio Sanitaria di 37 anni è stata presa a colpi di bastone da passeggio da un paziente della RSA dove lavora. Il coordinatore la costringe a non denunciare la violenza subìta!

Un assurdo episodio sconvolge la cronaca sanitaria. Maria Elena, Oss attualmente lavorante in una struttura sarda è stata letteralmente presa a bastonate nella notte tra il 15 ed il 16 febbraio scorso.

Oss picchiata da paziente è stata costretta a non denunciare dal Coordinatore

Il reo del gesto è un ospite dell’RSA. Il soggetto da molto tempo conosce la struttura e che a sua volta è conosciuto per il suo carattere iracondo da tutto il personale della struttura.

Presa alla sprovvista, la collega è stata colpita ben 7 volte a seguito della sua negazione rispetto alla possibilità di andare in sala tv, alle tre di notte.

E’ opportuno precisare come la persona non sia affetta da patologie che potrebbero manifestarsi con aggressività o atti violenti.

La collega era dolorante e traumatizzata e si è subito assentata per recarsi al pronto soccorso dove è stata medicata, con 10 giorni di prognosi per le contusioni e la lieve lacerazione subìti.

La mattina seguente è stata poi raggiunta dal coordinatore di struttura. A questo punto le è stato intimato di non denunciare l’ospite. Il coordinatore ha voluto evitare la denuncia, in quanto l’ anziano proviene da una famiglia di interesse per il coordinatore e la struttura stessa. 

NelloPaolo Pignalosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook