Bocciato in seconda media, il padre lo scopre e lo manda in ospedale

bocciato in seconda media
   

Bocciato in seconda media: nel vicentino un uomo manda in ospedale figlio e moglie.

Succede in provincia di Vicenza, un uomo di 40 anni dopo aver scoperto della bocciatura in seconda media del figlio va su tutte le furie.

E’ ancora poco chiara la vicenda che ha visto una madre e un figlio finire in ospedale dopo l’allarme lanciato dai vicini. Le motivazioni del raptus violento del padre risiederebbero nella bocciatura del figlio 13enne.

Secondo le prime ricostruzioni, la violenza sarebbe avvenuta in casa, lungo la Riviera Berica (Vicenza). Probabilmente l’uomo non credeva che il figlio andasse così male a scuola, tanto da dover addirittura ripetere la seconda media. Così quando il 40enne ha saputo della bocciatura sarebbe andato su tutte le furie.

Sembra infatti che l’uomo abbia cominciato a picchiare il 13enne, che si sarebbe messo a piangere ed urlare in maniera disperata. La madre, che quando è scattata la furia del marito pare si trovasse in un’altra stanza, a quel punto è subito accorsa. La donna avrebbe tentato di calmare l’uomo, senza però riuscirci.

Nel tentativo di difendere il figlio, avrebbe quindi ricevuto anche lei dei colpi.

Ad allertare le Autorità sarebbero stati i vicini in seguito alle grida e i pianti che arrivavano dall’abitazione. All’arrivo delle Forze dell’Ordine, madre e figlio sono stati accompagnati in ospedale. Da un primo referto pare che nessuno dei due abbia riportato ferite gravi. Resta ancora da accertare se l’uomo sia stato denunciato e se quanto accaduto possa essere ricondotto al caso isolato.

Potrebbe interessarti:

MILANO – Furto in casa di Ivan Perisic

Plastica, ognuno di noi ne ingerisce circa 5 grammi a settimana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook