Google Workspace e Google Chat ora sono disponibili per tutti

Google sta spingendo per una sempre maggiore integrazione tra le proprie applicazioni. Workspace ha 3 miliardi di utenti potenziali

Google Workspace
(foto: Drew Angerer/Getty Images)

Google aprirà a tutti la possibilità di usare Workspace, la sua suite che integra diverse app in un’unica interfaccia. Lo ha annunciato la stessa azienda che ha presentato diverse novità. Finora Workspace, annunciata ad ottobre 2020 al posto di G-Suite, era usata solo da aziende, no profit o dalle scuole per l’insegnamento. Ora sarà accessibile a chiunque abbia un account di Google.

La società ha fatto sapere che ci sono 3 miliardi di persone che usano una o più app di Workspace, come Gmail, Calendar, Meet, Chat, Drive, Documenti, Fogli, Presentazioni, Moduli e Sites, e che quindi una buona parte di loro sono da considerare nuovi potenziali clienti. Sicuramente per molti sarà conveniente passare a un sistema più moderno che integra mail, Documenti e Chat, in un’unica scheda.

Google Workspace
Foto: via Google

Un’altra novità appena introdotta e che segue il filone dell’integrazione tra app diverse è la possibilità di attivare Google Chat all’interno di Gmail. Durante l’estate, poi, le stanze (Rooms) di Google Chat diventeranno Spaces. Verrà lanciata un’interfaccia utente semplificata e flessibile per aiutare i team e le singole persone a tenere traccia dei progressi dei loro progetti. Saranno anche introdotti strumenti come i thread organizzati per argomento, gli indicatori di presenza, stati utente personalizzati, emoji e visualizzazioni a scomparsa.

Scrive The Verge che “sembra che Spaces voglia fungere sia da concorrente di Slack che da concorrente per i gruppi Discord pubblici e, beh, forse come sostituto opzionale per i gruppi di posta elettronica”.

Secondo Sanaz Ahari, senior director of product di Google, citato da The Verge, l’idea alla base della base di questa novità è che gli utenti possano passare più facilmente da una “modalità” di comunicazione all’altra. L’intento è quello di “mantenere il contesto”, dice Ahari. “Se inizi qualcosa con un’e-mail e poi vuoi aggiornarlo in un’interazione più in tempo reale tra un gruppo – o anche per un progetto – sei in grado di farlo e puoi mantenere il contesto”.

La società di Mountain View sta anche lanciando un nuovo abbonamento premium “Google Workspace Individual” a 9,99 dollari al mese, che offre agli utenti singoli più strumenti di Workspace, come quelli forniti alle aziende. Questa opzione sarà inizialmente disponibile in Usa, Canada, Messico, Australia, Brasile e Giappone.

Tra i nuovi aggiornamenti saranno implementate nuove misure di crittografia che aiuteranno le aziende ad aumentare la riservatezza dei propri dati condivisi con Google Drive. Questo autunno, le opzioni di sicurezza saranno lanciate su Google Meet all’interno delle riunioni.

Google ha anche annunciato che offrirà finalmente un’app Web per Google Workspace a settembre, rendendo molto più semplice per gli utenti di Gmail avere la propria posta elettronica e altre app di Google più simili a vere app desktop che a schede di browser.

Con queste e altre novità Google si appresta a dare battaglia a Microsoft, scommettendo sull’integrazione delle sue già molto usate applicazioni.

Leggi anche

loading...

Lascia un commento