Su Messenger si potrà pagare scambiandosi codici Qr

Facebook semplifica i pagmenti su Messenger introducendo codici Qr sul modello di Venmo. La funzione è già disponbile negli Usa

Facebook Pay
(foto: Hakan Nural/Anadolu Agency)

Facebook sta semplificando le transazioni tramite il suo sistema di pagamento, Facebook Pay, all’interno dell’app di messaggistica Messenger. Gli utenti di Messenger potranno ora infatti scambiarsi codici Qr sul modello di quelli di Venmo – un’altra app di pagamenti molto usata – per scambiarsi rapidamente denaro. Ad annunciarlo è stata nei giorni scorsi la società di Mark Zuckerberg in un post sul proprio blog.

Una grande novità, oltre all’introduzione dei codici, è la possibilità di inviare o richiedere soldi anche a chi non è nostro amico su Facebook. Gli utenti possono accedere alla funzione nella sezione Facebook Pay nelle impostazioni di Messenger. Ogni utente avrà a disposizione un codice Qr personalizzato con al centro l’icona del profilo e, sotto, ci sarà l’url personale di Facebook Pay. Anche questo link può essere copiato e inviato ad altri utenti. Si può selezionare un metodo di pagamento preferito e la sezione può essere protetta da un pin.

Facebook ha affermato che il grande vantaggio del nuovo sistema è che non sono necessari software aggiuntivi o app di pagamento terze per concludere una transazione. Inoltre non c’è nemmeno bisogno di aggiungere nuovi contatti per fare dei pagamenti. Una delle semplificazioni maggiori per gli utenti sarà che le transazioni iniziate sul Marketplace di Facebook potranno concludersi direttamente all’interno dell’app. Gli utenti dovranno però avere 18 anni ed essere in possesso di una carta di debito Visa o Mastercard. In alternativa, possono avere un conto PayPal attivo, una carta prepagata collegata.

Questa novità è ora disponibile per gli utenti americani, ma ci si aspetta che arriverà presto anche da noi. Facebook Pay è stato lanciato a fine 2019 ma, pur avendo raccolto un buon numero di utenti, gli viene spesso preferita un’app come Venmo, di proprietà di PayPal, che ha già introdotto le transazioni tramite codici Qr.

Facebook a fine maggio aveva già lanciato Novi, un portafoglio di criptovalute, nel tentativo di espandere i suoi prodotti e servizi finanziari.

Leggi anche

loading...

Lascia un commento