Mette una statua di Buddha in strada: il crimine scende dell’82%

Un uomo (non credente) di Oakland, in Ohio, è riuscito a ridurre quasi a zero il crimine di quartiere, con nient’altro che una statua di Buddha acquistata da un negozio di ferramenta locale.

Il quartiere tra la 11th Avenue e East 19th Street era in passato una parte “difficile” di Oakland, e c’erano continui reati di ogni tipo: dal vandalismo allo spaccio di droga, alle rapine, alla prostituzione, alle aggressioni. Tutto questo fino a quando uno dei residenti, Dan Stevenson, ha acquistato una statua di pietra di Buddha alta 60 cm, e l’ha messa all’angolo della strada di fronte alla sua casa.

La scelta di mettere la statua di Buddha non è legata alle preferenze religiose di Stevenson, ma al fatto che a suo parere Buddha è più “neutrale”. “Avrei messo Cristo lassù se avesse tenuto lontani i materassi”, ha detto l’uomo scherzando. “Solo che Cristo è un personaggio controverso per molte persone. Buddha è un tipo neutrale”.

La sua idea infatti, era che la statua avrebbe magari un po’ scoraggiato la gente che scaricava continuamente materassi, divani e altri cianfrusaglie nell’area, e magari “fatto riflettere” i tipi loschi che si aggiravano nella zona. La cosa ha funzionato oltre ogni più rosea aspettativa: Stevenson sperava che la presenza della statua portasse un senso di serenità, o, per lo meno, facesse riflettere la gente due volte prima di buttare l’immondizia. Quello che certamente non si aspettava era che la statua creasse un effetto a catena che avrebbe portato alla completa trasformazione del suo quartiere.

Come prima cosa, i rifiuti sono praticamente scomparsi, con grande gioia della maggior parte dei residenti, ma poi è successo qualcosa di ancora più straordinario: i residenti hanno iniziato a ripulire la spazzatura che era già lì. Anche gli spacciatori di droga e le prostitute hanno iniziato a stare lontano dall’area, e i vandali hanno smesso di dipingere graffiti sui muri. Ben presto, gli immigrati vietnamiti che vivono nella zona hanno cominciato a portare omaggi alla statua, portando offerte di frutta, ghirlande e bastoncini di incenso. Alla fine, una vicina di Stevenson ha chiesto all’uomo di potersi prendersi cura loro della statua, cosa a cui lui ha volentieri acconsentito.

Nel periodo trascorso da quando Stevenson ha messo la statua, il tasso di criminalità complessivo nel quartiere è sceso ben dell’82%. “È diventato una sorta di icona per tutto il vicinato”, ha detto Dan Stevenson. “Ci sono un sacco di persone che non sono buddiste che arrivano e parlano davanti a lui, camminano con i loro cani, stanno lì – è un posto dove le persone si incontrano e parlano. È semplicemente fantastico”.

×

Iscriviti alla nostra pagina Facebook